La tecnologia che rivoluziona il
concetto di pulizia dei dispositivi medici riutilizzabili

La normativa internazionale UNI EN 556 sancisce che non è sufficiente che uno strumento appaia visivamente pulito per garantire l’assenza di residui superficiali.
La tecnologia BICARmed® garantisce un’adeguata pulizia dei Dispositivi Medici Riutilizzabili (DMR), prerequisito essenziale per un’efficace azione delle fasi successive di disinfezione e sterilizzazione

Scopri di più
Unica

Un’unica tecnologia applicabile a tutti gli strumenti: ottiche rigide, motori, cannulati, strumenti laparoscopici, strumenti delicati, strumenti generici e specialistici

Sicura

Il trattamento non danneggia lo strato inerte di protezione degli strumenti. Il processo di pulizia viene eseguito sotto cappa, all’interno di una cabina chiusa, garantendo massima sicurezza e confort all’operatore.

Efficace

Massima rimozione dello sporco difficile - osso, cementi, residui di pratiche di cauterizzazione - anche dagli strumenti più critici da pulire.

Economica

Significativa riduzione dei costi di manutenzione. Aumenta il ciclo di vita dei DMR, rimuove il biofilm, previene l’usura da ossidazione, corrosione e pitting.

La pulizia dei Strumenti chirurgici è importante

La fase di pre-lavaggio è importante perché rimuove i residui di sostanze organiche e inorganiche dalle superfici dei dispositivi medici.
Un’adeguata pulizia:

  • Riduce drasticamente la contaminazione microbica (BIOBURDEN)
  • Migliora il contatto fra l’agente disinfettante/sterilizzante e i microorganismi infettivi rimasti sulle superfici
  • Garantisce la funzionalità e la longevità dello strumentario

La tecnologia BICARmed® garantisce massima efficacia nella pulizia di tutti i DMR anche per le sfide di lavaggio più critiche:

Esempio:
Sezione uncini / rapse con sezione antiscivolo.
1

Strumenti critici da pulire

  • Strumenti a geometria complessa, come:
    • Strumenti da endoscopia
    • Strumenti canulati
    • Strumenti da ortopedia
  • Strumenti per elettrochirurgia
  • Strumenti delicati da microchirugia
  • Strumentazione robotica
  • Ottiche rigide
  • Strumenti non immergibili
Esempio:
Sezione uncini / rapse con sezione antiscivolo.
2

Sporchi critici da rimuovere

  • Sporco abbondante
  • Sporco essiccato
  • Residui di pratiche di cauterizzazione
  • Residui inorganici
  • Colle
  • Cementi
  • Osso

Processo di pulizia

TRADIZIONALE

1
Pre-lavaggio MANUALE, ULTRASUONI E/O ALTRO
+
2
WASHER DISINFECTOR

Strumenti puliti

42,1%

Processo di pulizia

BICARmed®

1
Pre-lavaggio
+
2
WASHER DISINFECTOR

Strumenti puliti

98,2%

Efficacia a
confronto

I DMR sono spesso caratterizzati da notevoli differenze in termini di geometria, materiali, struttura, resistenza al ricondizionamento, grado di contaminazione iniziale e livello di ricondizionamento per l’utilizzo.
Nel caso di strumenti critici da pulire e contaminanti adesi i tradizionali processi di lavaggio possono risultare insufficienti e si è costretti a ricorrere a rimedi pre-lavaggio manuali lesivi per i dispositivi e pericolosi per gli operatori (spazzolature, solventi, trattamenti con paste abrasive, aria-vapore), non sempre efficaci.

La tecnologia BICARmed® garantisce massima efficacia su tutti gli strumenti ed i tipi di sporco, garantendo omogeneità del risultato e massima rimozione dei contaminanti.
Le due tabelle illustrano i risultati di test condotti secondo Annex N della norma ISO/TS 15883-5a su cinque DMR (tubo di aspirazione di Poole, anima di pinza micro-invasiva, impugnatura di pinza micro-invasiva, trocar, pinza emostatica) rispettivamente con metodi di pulizia tradizionali e con la soluzione BICARmed®. La tecnologia BICARmed®, con il 98% di efficacia, risulta essere nettamente più performante e sicura dei metodi attualmente in uso.

Scopri di più

Pulizia: la prima fase del reprocessing.

BICARmed®, migliora le performance di pulizia

Il processo di ricondizionamento dei DMR è l’insieme delle attività necessarie alla rimozione dello sporco e all’abbattimento della carica microbica presente su un dispositivo dopo il suo utilizzo fino al raggiungimento delle condizioni di sterilità richieste per un nuovo impiego.

Ogni singola fase di cui si compone il processo contribuisce a migliorare l’efficacia della fase successiva: è sufficiente non garantire una sola di queste fasi per compromettere l’intero processo ed esporre a potenziali rischi il paziente,l’operatore, l’Azienda.

L’adeguata pulizia dei Dispositivi Medici Riutilizzabili (DMR) costituisce pertanto un prerequisito essenziale per un’efficace azione delle fasi successive di disinfezione e sterilizzazione.

La tecnologia BICARmed® si colloca qui, all’inizio del processo di ricondizionamento, nell’area sporca.

BICARmed® rivoluziona il concetto di pulizia dei DMR perché il trattamento può essere eseguito, con la stessa efficacia, su tutte le tipologie di strumenti per rimuovere anche lo sporco più critico, aumentando significativamente le performance dell’intero processo.

Scopri la nostra soluzione

Si può pulire senza sterilizzare, ma non si può sterilizzare senza pulire.